logo

LE DOMANDE FREQUENTI SUL MASTER IN TECNICHE MANUALI ANIMALI

Vuoi ricevere ulteriori dettagli? Compila il form

Dopo il grande successo del Master incentrato sulle tecniche manuali animali sul cavallo, è in partenza a Dicembre la nuova edizione che si focalizzerà sul trattamento di quello che è considerato il migliore amico dell’uomo, il cane.

In collaborazione con uno dei docenti del corso, Fabio Capra – osteopata specializzato in ambito animale – rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti che ci vengono poste:

  • Come nasce il master e perché partecipare?

Il focus del master è ovviamente il nostro amico a 4 zampe, e tutto ciò che serve per cercare di farlo stare al meglio in tutte le fasi della sua vita. L’obiettivo è quindi quello di approfondire e spiegare, sia in forma teorica che pratica, quali sono le “armi” che ogni terapista ha a disposizione per migliorare la salute dei nostri amici a 4 zampe. Divulgare e comprendere queste tecniche, permette inoltre ai professionisti che si affacciano per la prima volta all’ambito animale di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze, aspetto fondamentale per una crescita professionale.

  • Quando si inserisce la figura del terapista?

La figura del terapista si inserisce in tutto il ciclo di vita dell’animale, da quando è cucciolo fino alla fase della terza età. Da un punto di vista professionale, si affianca in particolare ad altre figure, in primis il veterinario. Questo perché le tecniche manuali permettono di coadiuvare le terapie fornite dal medico veterinario stesso, andando a migliorare o velocizzare il recupero della salute dell’animale.

  • Quali sono gli approcci e le soluzioni che verranno trasmesse al master?

L’approccio partirà da quelle che sono le basi etologiche, anatomiche e fisiologiche del cane. Questo perché è importante comprendere dove stiamo mettendo le mani, avere ben chiara quella che è la struttura del cane stesso ed essere così efficaci nel trattamento manuale. Approfondiremo anche gli aspetti psicologici, perché mentre nell’umano può esistere il cosiddetto “effetto placebo”, nell’animale questo naturalmente non può accadere; il beneficio che l’animale riscontrerà sarà solo legato ad un vero e proprio miglioramento fisico. Proseguiremo poi con una cospicua parte pratica: le tecniche manuali saranno il focus principale delle giornate e avremo modo di vederle a rotazione su varie tipologie di cani.

  • A chi è rivolto il Master?

Focus del corso come già detto sono le tecniche manuali, quindi i partecipanti dovranno essere dotati di conoscenze di base in ambito di terapia manuale. Sarà aperto quindi a Fisioterapisti, Osteopati, Massofisioterapisti e MCB. Potranno partecipare inoltre i veterinari, ai quali può essere utile comprendere come integrare queste tecniche e come inserire la figura del terapista nella propria attività.

Per maggiori informazioni sul corso e le modalità d’iscrizione compila il form e verrai ricontattato.

Vuoi ricevere ulteriori dettagli? Compila il form